Troviamo la Torre di Galata che svetta per 68 metri. Voluta dall’imperatore Anastasio I, venne distrutta e ricostruita dai genovesi nel 1261, per festeggiare la firma del trattato di Nymphaeum, con il quale Michele VIII Paleologo li autorizzava ufficialmente a insediarsi a Galata. Fino al 1349 venne utilizzata come puntodi avvistamento delle navi ma, dopo l’occupazione da parte di Mehmet venne trasformata in prigione, per poi essere nuovamente adibita ad osservatorio per volere di Murat III nel 1575.

Attualmente è consentito l’accesso al suo interno, l’ascensore conduce al penultimo piano, dal quale, mediante una rampa di scale si raggiunge la sommità, caratterizzata da un ristorante e un night-club con galleria panoramica.

(Visited 363 times, 1 visits today)
2