Sulukule (torre di acqua), molto conosciuto per le case di intrattenimento, dove la popolazione Rom si riuniva per suonare e danzare, tradizione poi conclusasi nel 1992 con la definitiva chiusura di questi edifici, scelta, questa, che provocò un repentino declino dell’area, che attualmente è oggetto di uno studio per cercare di riqualificare il quartiere e riportarlo allo splendore precedente e al clima di particolare gioiosità determinato dalla presenza di numerosi artisti di strada che allietavano i turisti con le loro particolari esibizioni.

(Visited 37 times, 1 visits today)
0