Museo Archeologico Antalya – Dopo una rilassante passeggiata tra i variopinti vicoletti di Antalya, è d’obbligo, per tutti coloro che amano la storia, dedicare una visita al Museo Archeologico, che è da annoverarsi quale uno tra i maggiori musei dell’intero Paese per numero dei reperti che articolano la sua vastissima ed eteronea collezione, la quale si presenta suddivisa in varie sezioni:

sezione di Scienze Naturali: ospita fossili di creature presenti nelle varie ere geologiche;

sezione di Preistoria: raccolta di ossa, pietre fossili, decorazioni tipiche del Mesolitico e Paleolitico. Sono presenti anche delle testimonianze del Neolitico e dell’Età del Bronzo;

sezione di Piccoli Reperti: sono presenti dei reperti databili intorno al 1200-1300 a.C.;

sezione delle Sculture: ampia raccolta di statue e copie di sculture ellenistiche, realizzate durante il periodo romano e ritrovate nel rinomato sito di Perge;

sezione degli Imperatori: ivi sono custoditi busti e statue degli imperatori romani;

sezione dei Sarcofagi: raccolta di numerosi sarcofagi e steli di particolare bellezza;

sezione dei Mosaici: ritrovamenti dell’antica città di Seleukia e Xanthis, oltre ad una serie di strumenti adibiti al lavoro degli scultori;

sezione delle Icone: si tratta di icone del XVIII-XIX secolo;

sezione di Numismatica: per chi apprezza osservare il vecchi conio e antiche monete ritrovate a Perge e Side, deve soffermarsi con particolare attenzione in questa suggestiva sala;

sezione di Perge: reperti ritrovati nella città di Perge e nel teatro della città;

sezione di Entografia e storia turca: reperti storici monumentali e ritrovamenti da considerarsi come oggetti di uso quotidiano, in particolare tappeti artigianali, ornamenti per acconciature e per abiti;

sezione del museo Open Air: si tratta niente meno che del giardino museale, sede non solo di una fauna rigogliosa ma, altresì di pietre decorate databili intorno al periodo romano.

Photo – Julian Fong
(Visited 117 times, 1 visits today)
1