Il nostro cammino alla scoperta delle meraviglie cittadine non è ancora concluso, infatti, possiamo dedicarci alla visita della Moschea Kılıç Ali Pasha (Kılıç Ali Pasha Camii), la quale è quasi impropriamente definita come moschea, in quanto è più che altro un vero e proprio complesso di edifici (Kılıç Ali Paşa Külliyesi) edificato tra il 1589 e il 1587 per opera dell’architetto Mimar Sinan.

Si articola in una moschea, una madrasa, un hammam, una tomba e una fontana. Il complesso venne edificato per volere del grande ammiraglio Kılıç Ali Pasha.
Il cortile ha tre porte finemente decorate e una fontana dedicata al rito delle abluzioni, costruita in marmo e articolata in otto colonne e un cupoletta. Il porticato esterno, con tetto a spiovente, è sostenuto da dodici colonne sulla facciata occidentale e tre per ogni singolo lato, tutte adornate con capitelli molto originali, avendo forma di rombo.
La tomba, invece, ha forma ottagonale e con portali in legno, intasiati in madre perla.

La madrasa, invece, di forma quadrata, sembra non attribuibile all’architetto Mimar Sinan. Sulla destra dell’edificio di culto troviamo l’hamam, completato nel 1583 e con forma esagonale con sei nicchie ad arco.
La moschea ha un’imponente cupola centrale di 12,70 m di diametro, sostenuta da pilastri in granito e due mezze cupolette. Al di sopra della sala di preghiera sono presenti cinque piccole cupole sorrette da sei colonne marmoree.

Una particolarità dell’edificio è la presenza di 247 finestre, di cui 24 della cupola centrale.

Photo by Darwinek
(Visited 132 times, 1 visits today)
0