Nel quartiere di Fatih ci imbattiamo nella bellissima Moschea Kasim Ağa (Kasım Ağa Camii, Kasım Ağa Mescidi; also Kâsım Bey Mescidi), nata come chiesa bizantina, poi convertita, come molte altre dall’impero ottomano. La struttura è un piccolo esempio di un edificio bizantino, ma la dedica della moschea è incerta, anche se in epoca ottomana era conosciuta come Moschea Odalar.

Con la conquista di Costantinopoli, la maggioranza della popolazione Cristiana si stabilì nel quartiere circostante l’edificio, che era già caduto in rovina da tempo. Nel 1506 per volere del sultanto Bayediz II, è stata edificata una moschea dotata di diversi negozi e terreni, tra i quali la famosa cisterna bizantina Ipek Bodrum, ancora visibile. Purtroppo la moschea subì un grande danneggiamento a causa del terremoto del 1894 e dell’incendio del 1919, tanto che solamente i muri perimetrali e la base del minareto furono le uniche strutture ancora intonse. La struttura venne abbandonata e dal XX secolo divenne una baracca, ma nel 1970, a seguito di un’importante opera di restauro, è stata riaperta al culto.

La moschea presenta pianta quadrata, come quella dell’edificio che la precedette. Le ridotte dimensioni della chiesa, in particolare, condussero numerosi studiosi a non considerarla come edificio di culto solitario, bensì come una struttura annessa ad un monastero.

Photo – Alessandro57
(Visited 56 times, 1 visits today)
0