Milas è una città centro dell’omonimo distretto della provincia di Muğla.

La sua datazione originaria risale al VII secolo a.C. e divenne poi, successivamente, la principale città della Caria, anche se fu con il 377-352 a.C. il periodo nel quale il regno della Caria divenne particolarmente forte. Durante il regno di Mausolus la città conobbe una grande espansione e un notevole incremento di importanza, anche se la capitale del regno fu spostata a Alicarnasso.

Nel 40 a.C. Milasa subì gravi danni in seguito alla conquista di Labieno durante la guerra civile romana, ma nel periodo greco romano ha conosciuto una particolare prosperità tanto da includere, nei suoi confini, anche le città limitrofe di Euromus, Olymos e Labranda.

Milas, naturalmente ha consociuto anche la conquista da parte dell’impero ottomano nel 1390, ma, già dodici anni dopo Tamerlano, con la battaglia di Ankara la consquistò e la restituì ai Menteşe, anche se, già nel 1420 tornò in mano ottomana per volere del sultano Mehmed I. Certamente è una cittadina che ha conosciuto una storia travagliata e una delle ultime vicende che l’ha caratterizzata è lo scambio dei greci di Milas con i turchi della Grecia nel 1923, la comunità ebraica, invece, ivi permase fino al 1950, data nella quale emigrarono in Israele, ma, certamente le radici permangono ancora in data odierna, tanto che molti ebrei originari della città tornano a visitarla con cadenza annuale.

(Visited 56 times, 1 visits today)
0