Kadikoy è un altro distetto della città di Istanbul, situato nella parte asiatica della città, dopo essersi separato, nel 1928, dal distretto di Üsküdar. E’ il più antico insediamento di quelli presenti nella parte asiatica della città, non a caso, infatti, sono stati ritrovati dei reperti risalenti al periodo compreso tra il 5500 a.C. e il 3500 a.C., in particolare durante degli scavi archologici sono stati recuperati dei gioielli, delle ceramiche, dei bronzi, degli articoli in pietra o in osso. Un’altra testimonianza dell’origine risalente del quartiere è derivata anche dal fatto che Calcedonia è stato il primo insediamento che i Greci di Megara hanno stabilito sul Bosforo nel 685 a.C.. Questo insediamento si trovava al di fuori delle mura cittadine ed era caratterizzato per essere un sito rurale, poi posto sotto la giurisdizione e vigilanza dei tribunali di Costantinopoli, da cui deriva il suo nome Kadıköy (villaggio del giudice). Durante il periodo ottomano divenne un rinomato mercato di prodotti agricoli e ortofrutticoli e progressivamente, la popolazione divenne un polo multiculturale che annoverava gente armena, greca, ebraica e turca

Il distretto si caratterizza per ospitare la più antica moschea di Istanbul, edificata circa un secolo prima della conquista di Costantinopoli nel 1453.

Accanto all’importanza della cultura e dello studio, Kadıköy si connota anche per le bellissime stradine che lo caratterizzano e che ci avvolgono in un’atmosfera dal sapore antico, catapultandoci, al contempo, nella modernità dei negozietti che colorano l’intera area, regalandole un aspetto allegro e gioioso e dei moderni centri commerciali.

Nel fine settimana, precisamente la domenica troviamo un mercatino delle pulci dove è possibile reperire un’ampia varietà di libri di seconda mano, il tutto accompagnato da delle esibizioni di musica da strada, giusto corollario di questo incontro tra turismo e cultura.

Photo – Nevit

(Visited 76 times, 1 visits today)
2