Grande Bazar di Istanbul, il mercato coperto (Kapalı Çarşı), che è uno dei più grandi e antichi bazar al mondo. Il nucleo centrale venne completato nel 1461 per volere del sultano Maometto II.

Il bazar venne poi ampliato nel XVI secolo, sotto il regno del sultano Solimano Il Magnifico, per poi essere nuovamente restaurato nel 1894 dopo essere stato gravemente danneggiato in seguito ad un terremoto.

Il complesso comprende due moschee, quattro fontane, due bagni turchi, oltre ad una serie di punti di ristoro nei quali concedersi una pausa rilassante dallo shopping.

Al centro sono collocati gli oggetti di maggiore valore e quelli di antiquariato, che regaleranno la sensazione di trovarsi immersi nella storia, assaporando la romantica atmosfera della città.

In particolare nel gran bazar troviamo il Zincirli Han, la zona destinata al lavoro artigiano dei maestri fabbri; l’Iç Cebeci Han, ove sorseggiare una tazza di thè immersi nel verde e in completa tranquillità; il Cevahir Bedesten che, essendo la parte più antica dell’intero mercato, conserva le radici più profonde della tradizione commerciale.

L’intero bazar copre un’area molto estesa pari a 300.700 m² e annovera oltre 4.000 botteghe e negozi, nei quali è possibile trovare qualsivoglia genere di spezie, tessuti e dolci, oltre a botteghe artigiane. E’ un luogo che attrae, ogni giorno, un numero di turisti compreso tra 250.000 e 400.000, i quali potranno rimanere estasiati dalle innumerevoli meraviglie che esso ospita, dalle 08.30 alle ore 19.00, ad eccezione della Domenica e delle festività religiose islamiche, che sono giorni di chiusura.

Photo – KamrenB
(Visited 238 times, 1 visits today)
1