A ovest di Balat, ma sempre parte di Fatih, è il quartiere di Fener (Fanae o Phanar, nome che deriva da lanterna o fuoco acceso per aiutare i navigatori). In seguito alla caduta di Costantinopoli, avvenuta nel 1453, il quartiere divenne la dimora di molti greci Rum e del Patriarca ecumenico di Costantinopoli, che ancora oggi ivi risiede.

Fener si caratterizza per le stradine strette e labirintiche e dalle notevoli pendenze, ma, ancor più per i colori scintillanti delle case di origine ottomana, restaurate ad arte, al fine di conservare un’aria antica nella città.

Photo – SeraTJ
(Visited 52 times, 1 visits today)
1