Un altro edificio di culto degno di visita è la Cattedrale di San Giorgio, sede del Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli. In origine era parte di un complesso monastico ortodosso ma, nel 1600 venne elevato a Cattedrale da parte del Patriarca di Costantinopoli Matteo II, che ivi trasferì anche la sede del Patriarcato Ecumenico Ortodosso, che divenne, così centro della vita greco-ortodossa di Istanbul. La struttura è stata più volte modificata, di conseguenza pochi sono gli elementi originari, infatti anche nel 1614 avvenne un intervento di rimodellamento per volere del Patriarca Timoteo II che fece ampliare l’edificio, ma, già nei primi anni del XVIII secolo la cattedrale subì i danni provocati da un devastante incendio. Nel 1720 il Patriarca Geremia III iniziò il restauro della cattedrale che venne poi proseguito dal suo successore Paisio II. Pochi anni dopo, nel 1738, la struttura fu nuovamente colpita da un incendio e la sua ultima ricostruzione avvenne verso fine del 1800 per volere del Patriarca Gioacchino III. Tuttavia le vicende del prestigioso edificio non erano terminate, infatti un nuovo evento incendiario lo colpì, nuovamente, nel 1941, ma per cinquant’anni non venne avviato alcun intervento di recupero.

Photo – Peter O’Sullivan
(Visited 198 times, 1 visits today)
2