Ankara – Con il passare degli anni la città si è sempre più espansa e, attualmente risulta particolarmente conosciuta in tutto il mondo per essere sede di una molteplicità di università molto rinomate. Si tratta delle Università Altin Koza, Ankara, Atılım, Başkent, Bilkent, Çankaya, Gazi, Hacettepe, Tecnica del Medio Oriente.

La città è anche particolarmente importante per i numerosi musei che ospita e che offrono la possibilità di scoprire la storia della città.

Innanzitutto ricodiamo Anıtkabir, che sorge su di una collina impoonente e forma il quartiere Anıttepe, luogo sede del mausoleo di Mustafa Kemal Atatürk, fondatore della Repubblica di Turchia. Il suggestivo e maestoso edificio venne completato nel 1953 e si connota per essere la fusione tra uno stile architettonico antico e moderno allo stesso tempo. Accanto alla casa museo esite una statua del presidente Atatürk, oltre a poter ammirare una serie di scritti originali, lettere e appunti personali corredati da materiali fotografico di particolare rarità, a testimonianza dei principali momenti della sua esistenza e della nascita della Repubblica.

Il secondo edificio da ricordare è il Museo Etnografico, situato nel lato opposto rispetto al Teatro dell’opera di Ankara e sede di una rara collezione di oggetti folkloristici risalenti a Seljuk e alla dominazione ottomana. Di fronte al museo è presente una statua equestre in marmo e bronzo, raffigurante Mustafa Kemal Atatürk, poi oggetto di restauro da parte dello scultore italiano Pietro Canonica.

Un altro edificio degno di nota è sicuramente quello che è la sede del Museo di Arte e Scultura, sito nei pressi del Museo Etnografico e articolato in una serie di oggetti del XIX secolo e dei giorni nostri, oltre ad essere sede di esposizioni periodiche e temporanee.

Nel proseguio del nostro percorso culturale possiamo visitare anche il Museo di Civiltà Anatolica, posto nelle vicinanze del Castello di Ankara. Il suo aspetto è quello di un antico bazar coperto, che fu oggetto di un’ingente opera di restauro ed è attualmente sede di una collezione di unica bellezza, che racchiude reperti dell’epoca del Paleolitico. Neolitico, Ittita e Romana.

Troviamo, poi, il Cer Modern, ovvero il Museo di Arte Moderna, inaugurato nell’aprile del 2010 e situato in un edificio completamente rinnovato. Molto spesso è sede prediletta di esposizioni temporanee ed eventi a carattere artistico.

Il Museo della Guerra dell’Indipendenza, invece, è stato allestito nella sede originaria del primo Parlamento della Repubblica di Turchia. Possiamo ammirare una serie di testimonianze iconografiche oltre ad una serie di statue che riproducono i vari presidenti della Turchia.

Altrettanto degni di nota sono il Museo della Letteratura Mehmet Akif, aperto nel 2011 e dedicato a Mehmet Akif Ersoy, un poeta di anatemi turchi; il Museo della Locomotiva un vero e proprio centro espositivo che ripercorre le tracce della storia ferroviaria; il Metu, ovvero il Museo di Scienze e Tecnologia situato nei pressi dell’Università Tecnica del Medio Oriente.

Per i veri e propri appassionati della cultura potranno soddisfare la propria voglia di conoscere e scoprire, concedendosi una bella visita al Museo dell’Aviazione, sede di numerosi missili, materiali di aviazione, nonché aeromobili utilizzati dalla flotta aerea turca (ad esempio gli aerei da combattimento quali l’F86 Sabre, F100 SuperSabre, F102 Delta Dagger, F104 Starfighter, F5 Freedom fighter, F4 Phantom e un aereo cargo Transall C160). Sono ospitati anche un aereo ungherese MiG21, uno pakistano MiG19 e uno bulgaro MiG17.

Dopo un’immersione nella cultura è d’obbligo concedersi una passeggiata in uno dei tantissimi e meravigliosi parchi della città, il più importante dei quali è il Gençlik Parkı, che ospita anche un parco divertimenti. Troviamo poi anche il Botanical Garden, il Seğmenler Park, l’Anayasa Park, il Kuğulu Park, rinomato per ospitare numerose regalie provenienti dalla Cina, l’Abdi Iperkçi Park, il Güven Park, il Kurtuluş Park sede di un pista di pattinaggio sul ghiaccio, l’Altın Park, l’Harikalar, il Diyarı e il Göksu Park.

Un’altra area naturale di grande rilievo è la Foresta e lo Zoo Atatürk, che potremmo definire come una vera e propria area ricreazionale che si compone di piccole case, orticelli, ristoranti e di uno zoo. E’ un’area particolarmente indicata per le gite familiari, ma anche semplicemente per gli amanti del buon cibo e della natura. Troviamo, inoltre, una replica della casa di Thessaloniki nella quale, nel 1881, nacque il presidente Atatürk.

Certamente le innumerevoli testimonianze storiche di Ankara sono anche riscontrabili in vari monumenti e dislocati nell’area della cittadella.

Primo tra tutti ricordiamo il Teatro Romano, ancora attualmente sede di indagini archeologiche, essendo una vera e propria miniera di reperti archeologici. Possiamo poi ammirare il Tempio di Augusto edificato nel 25 a.C.; le Terme Romane che presentano la tipica struttura delle antiche spa, ovvero un complesso che si articola in un frigidarium, un tepidarium, e un caldarium, rispettivamente la stanza fredda, tiepida e calda.

Come tutte le città che hanno conosciuto una dominazione romana, è possibile ammirare la presenza di un Cardo Massimo, una strada dalla lunghezza di circa 216 metri e dalla larghezza di circa 7 metri.

Anche la Colonna di Giuliano è una testimonianza di grande rilievo, eretta in onore dell’imperatore Giuliano.

Degne di nota sono anche tutti gli edifici dedicati al culto musulmano, presenti nella città. Innanzitutto troviamo la Moschea di Aladino, eretta per volere del principe Seljuk. La moschea Ahi Elvan è opera della confraternita Ahi durante il XIV e XV secolo e connotata da un singolare ed unico pulpito; la moschea Hacı Bayram, risalente al XV secolo e voluta dal principe Seljuk, oggetto di una ristrutturazione da parte di uno degli architetti più prolifici del Paese, ovvero Mimar Sinan. La sua particolarità consiste nell’essere strutturata su due piani, ben 437 m2 sono quelli del primo piano e 263 m2 al secondo piano.

Un’altra moschea è la Yeni Cenab Ahmet, che è la più estesa moschea della città, edificata dall’architetto Sinan nel XVI secolo. Il pulpito e il mirhab sono stati ricavati dal marmo bianco, mentre l’intero edificio è stato ricavato utilizzando le pietre tipiche di Ankara, magistralmente levigate e lavorate, tanto da rappresentare un vero e proprio capolavoro architettonico.

La Moschea Kocatepe risalente al periodo compreso tra il 1967 e il 1987 ed edificata in stile ottomano e connotata da quattro minareti; la moschea Ahmet Hamdi Akseki presenta uno stile neoclassico e come la moschea Kocatepe è una delle più grandi in termini di dimensioni, tra le moschee di epoca moderna.

Numerosi sono anche i monumenti che sono osservabili nel centro urbano, innanzitutto il Monumento della Vittoria venne scolpito dall’artista austriaco Heinrich Krippel nel 1925 ed eretto nel 1927. Il monumento di presenta come una scultura in marmo e bronzo, che riproduce Mustafa Kemal Atatürk; il Monumento per un futuro sicuro e speranzoso risalente al 1935 e ispirato al discorso del presidente Atatürk, il quale rivolgendosi al suo popolo li esortava ad essere orgogliosi, indefessi lavoratori e soprattutto a credere in se stessi; il Monumento Hatti del 1970 per lungo tempo impiegato quale logo della città.

Photo – Jorge Franganillo

 

(Visited 225 times, 1 visits today)
1